Lavare il cane in inverno, sì o no?

Come spesso accade, la verità sta nel mezzo: si può lavare il cane in inverno, ma con alcune accortezze.

Consigli pratici

Perché fare il bagno al cane in inverno?

Il maltempo rende la gestione del nostro amico a 4 zampe diventa più difficile: freddo, pioggia e fango sono i nemici principali delle nostre passeggiate.
Se inizia a piovere quando siamo fuori con Fido, oppure se di punto in bianco decide di lanciarsi in una pozzanghera, ecco che abbiamo due buoni motivi per fargli il bagnetto anche in inverno.
E’ bene però non lavarlo troppo spesso! La frequenza consigliata è ogni 2/3 mesi e comunque non più di una volta ogni 20-30 giorni poiché la cute produce uno strato lipidico a scopo protettivo e nutritivo. Bagni troppo frequenti rischierebbero di rimuovere questo strato, lasciando la pelle secca e indifesa dagli attacchi di agenti esterni (batteri, freddo…).

I soggetti più delicati

Come sempre, cuccioli e anziani sono i soggetti più a rischio. Se il cane è anziano e soffre di reumatismi, il bagno è proprio sconsigliato. Da preferire, quindi, uno shampoo secco. Per quanto riguarda i cuccioli, è sconsigliato in generale lavarli quando hanno pochi mesi, in quanto il sistema immunitario non è ancora completamente efficace.
Va prestata massima attenzione alle orecchie: sono una parte molto delicata e il ristagno di acqua potrebbe causare otiti.
Particolare attenzione va prestata anche al sottopelo: non è facile asciugarlo bene e se resta bagnato si rischiano raffreddamenti e raffreddori.
In caso di patologie cutanee in atto, poi, bisogna prestare maggiore attenzione e il consiglio migliore è quello di consultare il medico veterinario per capire esattamente quale prodotto utilizzare.

Come gestire i lavaggi invernali

Se porti abitualmente il tuo cane dal toelettatore, non avrai problemi: si tratta di un professionista esperto, che opera in un ambiente dedicato e riparato e sicuramente saprà come lavare ed asciugare il tuo cane facendo in modo che non prenda freddo.
Se invece preferisci lavare il tuo cane in autonomia, cerca di rispettare questi consigli:
1) se lo fai in giardino, osserva le condizioni del tempo: cerca di lavare il tuo cane in una giornata di sole e non particolarmente ventosa. L’ideale sarebbe verso mezzogiorno, quando il sole scalda di più.
2) Con il freddo, è consigliato fare il bagno al cane dentro casa
3) Imposta l’acqua tiepida (l’acqua fredda è sconsigliata anche in estate) ed asciugarlo bene, prima con un asciugamano, poi con il phon (badando che l’aria non sia troppo calda).
4) Tienilo al riparo dall’aria fredda per almeno per un paio d’ore a seguito del bagnetto.
5) Evita i bagni lunghi per non rischiare raffreddori.

Quali potrebbero essere le conseguenze se non si usano questi accorgimenti?  Funghi da umidità, raffreddori e a volte addirittura polmonite.

Non dimenticare, infine, di premiare dopo ogni bagno il tuo cucciolo con coccole e buon cibo, ad esempio con un umido Schesir, per fare in modo che associ il bagno ad un momento positivo.