Alimentazione per gatti sterilizzati: come nutrirli al meglio

Perchè i gatti sterilizzati hanno un notevole aumento di appetito? E come nutrirli al meglio? Leggi l’articolo

Alimentazione per gatto

gatti sterilizzati, maschi o femmine, hanno un notevole aumento di appetito dovuto prevalentemente alla noia: non escono più per sfogare i loro istinti ma rimangono a sonnecchiare sul divano. È quindi normale che il tuo gatto sterilizzato si avvicini a te più e più volte al giorno per miagolarti in segno di disperata richiesta di cibo.

Non cedere! Distrailo con coccole e giochi.

Con la sterilizzazione, lo stimolo ormonale alla riproduzione e tutti gli aspetti ad essa legati vengono interrotti: questo va a incidere sul metabolismo del gatto, portando a una netta diminuzione del dispendio energetico.

I gatti sterilizzati, inoltre hanno più voglia di mangiare e meno voglia di fare movimento, ecco perché è fondamentale non farsi impietosire dai miagolii “affamati”.

Dopo la sterilizzazione, i gatti hanno bisogno di un apporto calorico che si attesta attorno al 20% in meno rispetto a prima.

I gatti sterilizzati tendono ad ingrassare

Come abbiamo visto, dopo l’operazione i gatti tendono a prendere peso. Questa possibilità può essere ridotta somministrandogli meno calorie e cercando di farli muovere e giocare di più.

L’alimentazione studiata per i gatti sterilizzati è la chiave per aiutare il tuo micio: ha meno calorie e grassi. È invece più ricca di proteine e fibre necessarie a sostituire la quota di grassi tolta e a mantenere sazio il gatto più a lungo.

Noi di Schesir abbiamo studiato una linea dedicata e pensata specificatamente per i gatti sterilizzati. Nutrirlo bene è il modo migliore per far rimanere il tuo gatto in forma. Affidati ai prodotti giusti e visita il nostro sito.

La giusta quantità di alimento giornaliera da dare al tuo gatto sterilizzato si calcola in base al suo peso e al fabbisogno corrispondente.

Tenere sotto controllo i suoi kg non è solamente una questione estetica, anzi. Il punto è proprio la sua salute infatti i gatti in sovrappeso corrono un rischio maggiore di soffrire di malattie come diabete, pressione arteriosa alta, mobilità ridotta e problemi al pelo e alla pelle.

Gatti sterilizzati: l’alimentazione più adatta

Alimento secco o umido?

I gatti sterilizzati hanno bisogno di alimenti più sazianti e proteici.

Le fibre li aiuteranno a sentirsi sazi più a lungo e faranno aumentare il picco glicemico più lentamente: in questo modo lo stimolo della fame verrà ritardato. Le proteine giocheranno l’importante ruolo di tenere a bada l’aumento della massa grassa. Per nutrire al meglio i gatti sterilizzati, l’alimento secco, da solo, non basta. Dato che si muovono meno e urinano di meno, è bene fornire loro anche un alimento umido che consenta ai gatti di assumere altri liquidi, oltre alla poca acqua che bevono, così da mantenere il normale funzionamento dell’apparato urinario. Bilancia quindi l’alimentazione del tuo gatto con alimenti secchi e umidi.

Quanto devono mangiare i gatti sterilizzati?

Dipende. Il giusto apporto deve essere calcolato in base al fabbisogno calorico giornaliero del tuo gatto: conduce una vita sedentaria e sonnecchia tutto il giorno oppure è un gatto che non si ferma un attimo, salta, corre e si arrampica?

In base a questi fattori possiamo fare un calcolo e comprendere la giusta quantità giornaliera di alimento da dargli, divista tra secco e umido. Sicuramente la nutrizionista pet di Schesir, sempre a tua disposizione, o il veterinario specializzato in nutrizione pet, sapranno darti le giuste indicazioni.

Conclusioni

gatti sterilizzati hanno bisogno di attenzioni e cure, soprattutto a livello alimentare. Solo con una bilanciata e corretta nutrizione il tuo gatto sterilizzato potrà restare, in forma e mantenere il giusto peso.

Se ne hai la possibilità, cerca di farlo muovere un po’ durante il giorno, stimolalo al gioco, interagisci con lui e scegli la giusta alimentazione da dargli. Sul sito Schesir trovi quella più adatta alle sue esigenze: Schesir.com