Darwin Day l'evoluzione di cani e gatti

Il 12 febbraio, in occasione dell’anniversario della sua nascita, si celebra il Darwin Day. Il celebre scienziato, quando ha formulato la teoria dell’evoluzione, non immaginava sicuramente come sarebbero cambiati i nostri amici cani e gatti.
Curiosità

Dal divino al divano

Una delle cose che sicuramente non è cambiata è l’adorazione dell’uomo nei confronti dei felini: già ai tempi degli egizi, infatti, erano venerati al pari delle divinità.
Per molti anni poi il rapporto uomo-gatto è stato di muta accettazione: i gatti guadagnavano dalla vicinanza umana un numero maggiore di prede – tra cui i ratti – e gli uomini riuscivano a tenere sotto controllo il numero di roditori grazie al loro aiuto.
Durante il medioevo, periodo in cui i gatti non erano ben accetti e momento in cui ne è stato ridotto il numero, si sono diffuse più rapidamente vere e proprie epidemie (tra cui la peste nera) poiché il numero di topi non era più sotto controllo.
Nel caso dei gatti, il processo di domesticazione è stato più recente rispetto al cane e non ne ha alterato profondamente le caratteristiche fisiologiche e comportamentali.
Possiamo infatti osservare tutti giorni gli istinti di caccia del nostro micio, la sua voglia di libertà e la sua indipendenza, caratteristiche che ogni amante dei gatti adora.

Dal lupo al chihuahua

Serve una grande immaginazione per pensare che alcune delle razze moderne – ad esempio il chihuahua – siano imparentate con il lupo selvaggio.
A differenza dei gatti, infatti, l’evoluzione dei cani è molto più evidente e parte da molto lontano, ovvero da quando alcuni lupi – per opportunismo – si sono avvicinati al mondo umano.
Inizialmente il rapporto uomo-cane era solo funzionale per entrambi: il cane veniva nutrito ed in cambio gli si chiedeva di fare la guardia al gregge, di difendere la dimora o di aiutare nella caccia.
Negli ultimi anni invece il ruolo sociale del cane è cambiato, diventando un vero e proprio membro della famiglia… In alcuni casi quasi un figlio.
Insieme al ruolo sociale, è cambiato anche il motore della sua evoluzione: inizialmente si basava solamente su caratteristiche utili per la sopravvivenza in natura, mentre ora ci possono essere motivazioni ad esempio estetiche o caratteriali che spingono l’uomo a creare “artificialmente” altre razze.

L’evoluzione dell’alimentazione

Le abitudini dei proprietari di cani e gatti sono evolute: prima venivano alimentati soprattutto con gli avanzi umani, ma via via ci si è resi conto dei vantaggi di una dieta studiata apposta per loro, come quella che si ottiene somministrando in associazione gli alimenti secchi e umidi Schesir.
Secondo le ricerche, il nuovo stile alimentare ha influito sul progressivo aumento dell’aspettativa di vita che si è fortunatamente constatato in questi ultimi decenni per quanto riguarda i nostri amici a 4 zampe. Anche i denti dei cani portano i segni dell’evoluzione: nel corso degli anni si sono sviluppati maggiormente molari e premolari – per la triturazione – a discapito dei canini, utili a strappare la carne.
Non tutto è cambiato però nel corso degli anni, ad esempio a molti mici piace variare spesso perché corrisponde ad un’esigenza che avevano in natura, dove il gatto cacciava diverse prede per riuscire ad ottenere tutte le proteine di cui aveva bisogno per evitare carenze nutrizionali.
Inoltre, i felini, diversamente dai cani, sono considerati carnivori stretti perché per loro la taurina è una sostanza indispensabile che non sono in grado di produrre in autonomia e che possono trovare nella carne. I cani invece sono in grado di produrla in autonomia grazie ad un particolare enzima.

Chissà cosa penserebbe Darwin se sapesse che al giorno d’oggi gli esemplari domestici di canidi e felidi si nutrono di crocchette e cibo in scatolette. Ma alla fine, non lo saprà mai!

Schesir Friends.

Gli amici degli animali sono tutti amici di Schesir!

Vogliamo condividere il più possibile con loro, in questo salotto virtuale pieno di cuscini per mettersi comodi a parlare del più e del meno, dell’utile come del superfluo... proprio come facciamo quando nel tempo libero ci rilassiamo indugiando nelle carezze ai nostri quattro zampe pelosetti.

Scegli tu l’argomento che più ti interessa!

Darwin Day - l'evoluzione di cani e gatti

Approfondisci

Cani e gatti in posa

Nell’era dei selfie mordi e fuggi, c’è ancora spazio per scattare una bella foto al proprio amico a quattro zampe.

Approfondisci

Sogno o son desto.

Cosa hanno in comune gli etologi, ovvero gli studiosi del comportamento animale nel suo ambiente naturale e la maggior parte dei padroni degli amici a quattro zampe? La curiosità di sapere se gli animali sognano. Ti togliamo subito il dubbio, sia il cane che il gatto sognano beatamente. [...]

Approfondisci