Ho trovato dei gattini appena nati: come me ne prendo cura?

Hai trovato dei gattini appena nati e non sai come prendertene cura? Attraverso questa breve guida cercheremo di aiutarti con una serie di consigli pratici in un compito che è davvero delicato: la sopravvivenza di un micio così piccolo, infatti, dipenderà esclusivamente da te.

Purtroppo può capitare di imbattersi in gattini appena nati che sono stati abbandonati dalla mamma o, ancor peggio, da qualche proprietario che ha pensato di disfarsene lasciandoli in una scatola o in un cassonetto. I mici di poche settimane, se esposti al freddo e alla fame, rischiano di non sopravvivere ed è perciò necessario agire in fretta.

Il consiglio, ovviamente, è quello di contattare immediatamente un veterinario che possa visitare i piccoli, accertarsi del loro stato di salute e aiutarti a prendertene cura.

Nel frattempo, però, speriamo che i nostri suggerimenti possano esserti utili per le prime ed essenziali cure dei gattini appena nati che hai trovato.

1 – Assicurati che i gattini siano al caldo

I mici così piccoli non sono in grado di regolare autonomamente la propria temperatura corporea per cui corrono il rischio di ipotermia.

La prima cosa importantissima da fare, se hai trovato dei gattini appena nati, allora è quella di farli stare al caldo.

Dovrai preparare un giaciglio, in un trasportino o in una scatola dai bordi alti, che ricoprirai con delle traversine e che riscalderai possibilmente con un termoforo (si trova facilmente in farmacia).

In alternativa potrebbe andare bene anche una borsa dell’acqua calda, ma dovrai tenere costantemente sotto controllo la sua temperatura perché il calore è indispensabile per i gattini.

È importante, inoltre, che la fonte di calore non venga direttamente a contatto con i mici, ma che sia riparata da un panno.

Il giaciglio dei gattini dovrà rimanere sempre alla stessa temperatura, generalmente intorno ai 38°.

2 – Cerca di stabilire l’età dei mici

Quando avrai trovato un posticino tranquillo dove far stare i gattini al caldo, allora sarà importante cercare di stabilire l’età dei mici.

Ecco alcuni dettagli da osservare:

  • Se i gattini che hai trovato hanno ancora gli occhi chiusi, allora i mici avranno sicuramente meno di 10 giorni di vita;
  • Se la bocca presenta alcuni dentini avranno intorno alle 3 settimane di vita;
  • Se sono presenti i canini potrai stimare l’età intorno alle 3 – 4 settimane;
  • Se tutti i denti sono presenti allora avranno 6 – 7 settimane;
  • Se i mici mangiano da soli vuol dire che i gattini sono stati svezzati e dovrebbero avere sicuramente più di 4 settimane.

Per stabilire quanto hanno i mici con precisione, però, dovrai recarti da un veterinario che, dopo una visita, potrà rassicurarti sulla loro salute e informarti sulla loro età.

3 – Occupati della loro alimentazione

È probabile che i gattini che hai trovato abbiano fame e inizieranno a fartelo capire miagolando.

Una volta che avrai stabilito più o meno l’età dei mici, allora potrai pensare alla loro alimentazione.

Nelle primissime ore di vita il micio appena nato dovrebbe cibarsi esclusivamente del colostro della mamma e successivamente del suo latte.

Se questo non è possibile perché i mici sono orfani, dovrai occuparti tu stesso di dare loro la pappa.

Ricorda che è importante utilizzare del latte speciale per gattini (si trova in farmacia e nei negozi specializzati) perché quello di altri animali non garantirebbe tutti i nutrienti necessari al fabbisogno dei micini e, soprattutto, potrebbe risultare troppo pesante da digerire.

Per somministrare il latte ai gattini potrai usare un biberon o una siringa senza ago. Per farlo tieni il micio con la testolina sollevata a pancia in giù e la tettarella inclinata di circa 45° facendo attenzione che il latte non gli vada di traverso. Questo, infatti, potrebbe causare polmoniti.

Per maggiori informazioni sull’alimentazione dei gattini abbiamo preparato per te alcuni approfondimenti su quanto deve mangiare un gattino di 1 mese, di 2 mesi e di 3 mesi: speriamo ti siano utili.

4 – Aiuta i gattini a fare i bisogni

Dopo la pappa, i gattini dovranno fare i loro bisognini e per farlo, anche se può apparirti strano, dovrai aiutarlo.

Proprio come farebbe mamma gatta, dovrai stimolare il micio a fare cacca e pipì.

Non è un compito difficile: ti basterà prendere un panno o un batuffolo di cotone inumidito con acqua tiepida e massaggiare il pancino e la zona ano – genitale.

Non passerà molto tempo prima che il gattino faccia i suoi bisogni.

5 – Mantieni i mici sempre puliti

Mamma gatta trascorre molto tempo a pulire i gattini leccandoli: è importantissimo, infatti, che i piccoli siano sempre puliti.

Per questo motivo dovrai occuparti della pulizia dei mici: ti basterà passare un panno umido e tiepido sui gattini e poi asciugarli con molta cura.

Ricordati di pulire sempre gli occhietti: ti basterà detergerli con un dischetto di cotone inumidito con acqua tiepida. Se sono arrossati o infiammati sarà fondamentale fare una visita dal veterinario.

6 – Tieni sotto controllo la crescita dei gattini

Infine, se hai trovato dei gattini e vuoi prendertene cura sarà importante tenere monitorata la loro crescita.

In media un micio appena nato dovrebbe crescere di circa 10 g al giorno: pesalo quotidianamente per accertarti che vada tutto bene e se noti che il micio non cresce come dovrebbe accompagnalo dal veterinario.

Se hai trovato dei gattini appena nati, speriamo davvero che questi pratici consigli possano aiutarti a prenderti cura dei mici che, lasciati da soli, non avrebbero modo di sopravvivere. Ricordati, però, che non sarà affatto un compito facile e richiederà tanta pazienza, costanza e dedizione. Chiedi l’aiuto di un veterinario per essere certo di procedere nel modo corretto e per garantire ai piccolini tutto ciò di cui hanno bisogno.

Se hai un gattino ecco gli articoli più adatti a te