Come accogliere un gattino in casa? Ecco tutto ciò che devi sapere

L’arrivo di un micio a casa è un momento particolarmente emozionante ed è l’inizio di una nuova vita insieme. Non bisogna dimenticare, però, che si tratta di una situazione completamente nuova per il piccolo che si ritroverà in un ambiente sconosciuto lontano dalla sua mamma e dai suoi fratellini. Si tratta di un momento delicato che richiederà da parte tue diverse accortezze e tanto tatto. Ecco perché abbiamo preparato per te una breve guida su come accogliere un gattino in casa.

Speriamo che questi nostri semplici consigli possano esserti utili per aiutare il micino ad ambientarsi e iniziare da subito a instaurare un bellissimo rapporto con i membri della sua nuova famiglia.

Come accogliere un gattino in casa: cosa fare prima del suo arrivo

Decidere di accogliere un micio a casa significa iniziare i preparativi un bel po’ di tempo prima rispetto alla data del suo arrivo.

Il giorno in cui andrai a prendere il piccolino, infatti, la tua casa dovrà già essere “a prova di micio”.

Tutto quello che non deve mancare al nuovo arrivato

Gli oggetti fondamentali che non dovranno mancare nella tua casa sono una ciotola per l’acqua e una per la pappa, una cuccia, una lettiera e qualche giochino.

La ciotola per l’acqua dovrà rimanere sempre a disposizione e dovrà contenere acqua fresca e pulita.

Ricordati di procurarti un po’ della pappa con cui il gattino veniva nutrito dal precedente proprietario: potrai cambiargliela, gradualmente, solo dopo qualche settimana. All’inizio è consigliato, infatti, continuare con l’alimentazione a cui il piccolo è abituato per non creare disturbi di digestione.

La lettiera dovrà essere adatta a un gattino e facilmente accessibile (attenzione all’altezza dei bordi: se fossero troppo alti il micio potrebbe avere difficoltà a entrare).

Ricordati, inoltre, che il luogo dei bisogni dovrà sempre essere posizionato lontano da quello della pappa.

La cuccia, invece, dovrà trovarsi in un luogo calmo e tranquillo dove il micio potrà riposare in serenità. Crescendo è probabile che scelga lui dove andare a dormire, ma all’inizio sarà importante indicargli uno spazio tutto suo.

I giochi sono indispensabili per far divertire il nuovo arrivato: acquistane un paio prima del suo arrivo e poi, con il passare dei giorni, potrai capire quelli che più gli piacciono per “viziarlo” con giochini nuovi.

L’arricchimento ambientale

Per stimolare la vivacità del micio è importante creare nell’appartamento un ambiente che sia confortevole e adatto alla vita del nuovo arrivato.

Per far sì che il micio non si annoi mai e che possa esprimere tutto il suo istinto di felino, arricchisci la casa con scatole, ceste e tubi dove nascondersi, con tiragraffi a sviluppo verticale in cui possa farsi le unghie e stiracchiarsi, con mensole e passerelle dove passeggiare sopraelevato e sentirsi al sicuro.

Se vuoi costruire oggetti e giochi in casa per il tuo micio assicurati di utilizzare materiale atossico, resistente e facilmente lavabile.

La sicurezza in casa

Tra i consigli su come accogliere un gattino in casa ci teniamo a porre un po’ di attenzione sulla questione sicurezza.

L’ambiente domestico, infatti, può nascondere molte insidie e pericoli.

È di fondamentale importanza che tutto ciò che può essere rischioso per la salute del micino sia tenuto fuori dalla sua portata: nascondi i cavi elettrici, togli le piante potenzialmente velenose, tieni chiusi nei cassetti insetticidi, medicinali e oggetti affilati e tieni le finestre chiuse per evitare che il gattino possa scappare.

Altri preparativi indispensabili

Oltre a queste cose che abbiamo appena visto e che per lo più riguardano la casa, ci sono anche altri preparativi da tenere a mente prima di accogliere a casa un gattino.

Avrai bisogno, ad esempio, di un trasportino che ti servirà per far viaggiare comodo fino a casa il micio il giorno del suo arrivo.

Ancor più indispensabile sarà la ricerca di un veterinario che potrà visitare il piccolo per un check – up completo qualche giorno dopo che lo avrai accolto a casa.

Pensare a queste cose in anticipo farà sì che il giorno in cui andrai a prendere il gattino sarai tranquillo e rilassato e potrai goderti l’esperienza senza troppi pensieri e preoccupazioni.

Quando è il momento giusto per portare il gattino a casa

Portare il gattino a casa al momento giusto è fondamentale affinché il piccolo possa restare con la madre e i fratellini tutto il tempo necessario. Le prime settimane di vita, infatti, sono importantissime per una crescita corretta e per uno sviluppo adeguato.

I gattini non devono essere mai staccati dalla mamma prima delle 8 settimane. Inoltre è importante che il micio sia stato correttamente svezzato prima di arrivare in casa.

Assicurati di avere almeno un paio di giorni liberi a disposizione quando deciderai di andare a prendere il micino: questo farà sì che il nuovo arrivato non si ritrovi subito da solo in un ambiente che non conosce nel momento in cui tu andrai a lavorare.

Inoltre sarebbe una buona idea andarlo a prendere in mattinata così da avere tempo fino a sera per fargli esplorare la casa prima di andare a dormire.

Come accogliere un gattino in casa: il giorno dell’arrivo

Fino a qui abbiamo visto come preparare l’arrivo del gattino. Ora, però, ci teniamo a darti qualche breve suggerimento su come comportarti proprio nel giorno del suo arrivo.

Innanzitutto, come abbiamo visto qualche riga sopra, è importante che tu abbia un trasportino dove far stare comodo il micio durante il viaggio dalla sua vecchia abitazione fino alla nuova casa.

Questo gli permetterà di essere tranquillo, di non muoversi in macchina e di non scappare in caso fossi a piedi o con i mezzi pubblici.

Tieni il trasportino vicino a te per far sentire al sicuro il micino. Inoltre munisciti di fazzoletti, utili in caso di “incidenti”, e di coperte e panni morbidi per creare un luogo accogliente e piacevole per il gattino.

Una volta arrivato a casa sarà fondamentale che l’ambiente sia tranquillo così che il micio possa a abituarsi in tutta calma e senza avere paura.

Lascia che il piccolo esplori in totale libertà e seguendo i propri ritmi. Non forzarlo e, soprattutto, resisti alla voglia di coccolarlo in continuazione.

Una volta che si sarà guardato intorno per bene, mostragli la posizione della lettiera e della sua cuccia dove potrà andare a riposare in tranquillità.

La prima notte il micino potrebbe piangere: il distacco dalla mamma e dai fratellini, infatti, è un’esperienza difficile e traumatica per un cucciolo. Non arrabbiarti e mostragli il posto sicuro che hai predisposto per il suo riposo.

Alimentazione e salute del gattino

L’alimentazione è un fattore fondamentale per la crescita in salute del gattino.

Come dicevamo nei paragrafi precedenti, per i primi giorni è giusto attenersi alla dieta precedente del micio. Questo, infatti, eviterà possibili disturbi digestivi o dovuti allo stress. Il consiglio è anche quello di continuare la stessa routine alimentare.

Solo successivamente, in un secondo momento, potrai modificare la pappa o gli orari dell’alimentazione. Ogni cambiamento, infatti, dovrà essere fatto con gradualità.

La dieta del gattino deve contenere tutti i nutrienti di cui ha bisogno in questa fase di sviluppo. Per questo motivo è importante somministrargli una pappa che sia completa e bilanciata.

Buone pratiche per una dieta corretta e bilanciata

Una buona pratica è quella di alternare crocchette e umido nell’alimentazione del gattino così da garantire i giusti nutrienti e il corretto apporto di liquidi. Si sa, infatti, che i mici non sono grandi bevitori e la pappa umida aiuta a integrare l’acqua necessaria.

I nostri prodotti Kitten Care Umido, ad esempio, sono pensati specificatamente per i gattini e oltre ad essere particolarmente sfiziosi sono preparati con prodotti 100% naturali.

La Dry Line Kitten Schesir Original e la Dry Line Natural Selection, inoltre, sono crocchette formulate con un’unica fonte proteica animale e, grazie all’aggiunta di vitamine e minerali, rispondono correttamente alle esigenze nutrizionali dei gattini in fase di accrescimento.

Somministrare la pappa corretta al tuo micio lo proteggerà da possibili disturbi come diarrea e altri problemi gastrointestinali.

Leggi i nostri suggerimenti per scegliere il migliore cibo per gatti kitten: abbiamo provato a riassumere le pratiche corrette per somministrare un’alimentazione sana e bilanciata ai micini.

A proposito di questo ti ricordiamo di non dare mai al gattino il latte, avanzi di cucina e dolci. Questi alimenti, infatti, possono essere difficili da digerire e addirittura tossici.

Infine, se il micio appena arrivato a casa mostrasse segni di inappetenza non preoccuparti immediatamente: lo stress per il cambiamento potrebbe provocare mancanza di appetito. Questo tornerà appena il piccolo si sarà abituato al nuovo ambiente. Nel frattempo potresti provare a stimolarlo con cibi particolarmente gustosi come mousse o creme pensate appositamente per i più piccolini.

A proposito di questo argomento ci sentiamo di consigliarti di leggere il nostro articolo dedicato al perché il gattino piccolo non mangia: potresti trovare tanti suggerimenti utili per incoraggiare l’appetito del tuo amico a quattro zampe.

Speriamo che questi nostri consigli su come accogliere un gattino in casa possano esserti utili per organizzare e vivere al meglio l’inizio di questa nuova ed emozionante avventura.